macerata.gif (3551 byte)
 
 
homepage.gif

Monumenti, Gallerie d'Arte, Teatri, ecc.

Monumenti, Gallerie d'Arte, Teatri, ecc.

meteo

Macerata è situata su un colle appenninico tra le valli dei fiumi Potenza e Chienti, a 21 km. dalla costa del mare Adriatico.
Sorta probabilmente in seguito alla distruzione del centro romano di Helvia Rìcina da parte dei visigoti nel 408, nel 1138 la cittadina divenne libero comune e conobbe un notevole sviluppo economico. Dopo aver parteggiato ora per i guelfi, ora per i ghibellini, si consegnò alla Chiesa, e nel 1320 ebbe dal papa Giovanni XXII il titolo di città e l'istituzione del vescovado. Fu tuttavia soggetta, dal 1326, alle signorie dei Mulucci, dei Da Varano di Camerino e degli Sforza, finché nel 1445 tornò alla Chiesa, cui rimase, fatta eccezione per le parentesi napoleoniche, fino al 1860.

Itinerari Culturali
Il centro storico, allungato sopra una dorsale e ancora quasi completamente circondato dalle mura del XV-XVI secolo, conserva alcune strette vie longitudinali collegate fra loro da ripide gradinate e racchiude pregevoli monumenti, fra i quali la rinascimentale loggia dei Mercanti, del primo Cinquecento, che s'affaccia sulla piazza della Libertà, ove sorgono anche i palazzi del Comune (XVII-XIX secolo), della Prefettura (XVI secolo) e l'alta torre Maggiore o dell'Orologio (1663). Nelle vicinanze sorge l'Università, esistente come studium dal 1290. Notevole il grande Sferisterio neoclassico, eretto da Ireneo Aleandri (1820-1829) per il gioco del pallone al bracciale, oggi sede, fra l'altro, di noti spettacoli lirici.
Da ricordare sono inoltre i palazzi cinquecenteschi Mozzi e Rotelli, e il santuario-basilica della Madonna della Misericordia (del XVIII-XIX secolo), con bell'interno opera del Vanvitelli (1735-1741), nei pressi del Duomo settecentesco. Nel seicentesco ex collegio dei Gesuiti sono allestite la Pinacoteca civica, con opere marchigiane e umbre del XIV-XIX secolo e d'arte contemporanea, i musei Civico (con sezione archeologica), delle Carrozze, e Marchigiano del Risorgimento e della Resistenza; nel palazzo Ricci si trova infine la Galleria d'arte contemporanea, con opere di noti artisti italiani.
A 4 km verso nord-ovest, nell'abitato di Villa Potenza, sorgono i resti del Teatro romano di Helvia Rìcina; a 10 km verso sud-est si trova la chiesa romanica di San Claudio al Chienti (dell'XI-XII secolo), quadrata con due torri angolari cilindriche e costituita da due ambienti sovrapposti.