piatti_tipici.gif (3575 byte)
 
 
homepage.gif

 

 

 



  
   


   


  

 

Piatti tipici della Sicilia

Trinacria, dove una mescolanza di popoli e di culture hanno fatto di quest'isola un crocevia di civiltà, portando con sé aromi, colori e fragranze culinarie d'oltremare.
I tipi di pane sono: Il Bukë, il Cucciddatu, il Pane e birra, il Pane e pasta dura e il Pane di Monreale.

Arancini:
Sono presenti in tutte le rosticcerie e pizzerie. Sono fatti di riso con un ripieno di carne trita passata nel sugo e mescolata con piselli e formaggio tenero a dadini. 

"Mpanata":
È una specie di pizza o torta salata molto ricca. Diffusa in tutta l'isola con leggere varianti, può essere farcita con verdure e carne o pesce.

Pasta alla Norma:
Piatto caratteristico di Catania, in omaggio al compositore cittadino Vincenzo Bellini. Sono spaghetti coperti da melanzane fritte nell'olio, salsa di pomodoro e una spolverata di ricotta salata grattugiata.

Insalata d'arancia:
Dove può arrivare la fantasia culinaria. Tagliare a fette sottili l'arancia, meglio se agra, condirla con olio, sale e un po' di pepe. Da servire come contorno.

Cassata:
Dolce tipico siciliano di origine araba. Si tratta di un Pan di Spagna ricoperto di crema di ricotta, con glassa di zucchero e con una decorazione fatta da canditi.

Ricette

Pasta alla Gangitana
Ingredienti: (dose per 6 persone)

gr. 500 di maccheroni rigati
1 cavolfiore bianco
gr.300 di pomodori
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
6 foglie di basilico
1 pizzico di bicarbonato
gr. 30 di uva passolina
gr. 25 di pinoli
gr. 80 di caciocavallo stagionato grattugiato
gr. 100 di olio d'oliva
sale e pepe q.b.

Mettere a bagno in acqua calda l'uvetta. Tagliare a pezzi il cavolfiore e lessarlo in acqua salata, passarlo poi in un tegame con olio, cipolla tritata, aglio, basilico e pomodori a pezzetti. Quando il composto avrà preso colore, unire un pizzico di bicarbonato, l'uvetta e i pinoli; aggiustare di sale e pepe.
Lessare la pasta nell'acqua di cottura del cavolfiore, scolarla al dente e condirla con il composto ottenuto, infine spolverare il tutto con il caciocavallo grattugiato.

Polpette all'agrodolce
Ingredienti (dose per 6 persone):

gr. 500 di polpa di manzo tritata
1 uovo
gr. 35 di pinoli
gr. 35 di uvetta
2 amaretti ammorbiditi nel latte di mandorla
gr. 35 di fastuca verde
1 pizzico di cannella
gr. 30 di zucchero
½ bicchiere di aceto bianco
gr. 100 di olio d'oliva
sale pepe

Mescolare la carne trita con gli amaretti, l'uovo, l'uvetta, i pinoli, la fastuca tritata, una presa di sale una di pepe e infine la cannella.
Formare le polpette e friggerle in olio bollente; quando sono tutte fritte rimetterle nel tegame, unire lo zucchero e l'aceto, quando quest'ultimo sarà sfumato servirle ben calde.

Mostaccioli di miele

Per la sfoglia:
kg. 1 di farina bianca
gr. 350 di zucchero
gr. 200 di sugna
4 uova
¼ di latte
gr. 20 di cremor tartaro
gr. 15 di bicarbonato

Per la farcitura:
gr. 270 di miele
gr. 270 di mandorle abbrustolite
gr. 160 di nocciole abbrustolite
gr. 100 di gherigli di noci
1 arancia
gr. 10 di farina
1 pizzico di cannella in polvere

Tritare finemente le mandorle, i gherigli di noci e le nocciole. Far bollire il miele a fuoco molto dolce unendo un bicchiere d'acqua. Poi sempre mescolando unire il trito precedentemente preparato, la scorza d'arancia, 10 gr. di farina e la cannella.
Impastare la farina con tutti gli altri ingredienti indicati nelle dosi; nel preparare la sfoglia, assicurarsi che poi risulti sottile.
Da questo impasto ricavare dei rettangoli di cm. 10 di lato; su ogni mostacciolo disporre un mucchietto di ripieno, dopo di che chiuderli a forma di ciambelline rotonde, infine, dopo aver praticato dei tagli decorativi sul dorso, mandarle in forno.