reggio_emilia.gif (3737 byte)
 
 
homepage.gif

Alberghi, Ristoranti, Camping e Agri Turismo a Reggio Emilia e Provincia

Monumenti, Gallerie d'Arte, Teatri, ecc.

meteo



  
   


   


  

 

Reggio Emilia è situata nella Pianura Padana, presso lo sbocco della valle del torrente Crostolo ai piedi dell'Appennino.
Di origine romana (Regium Lepidi), la città fu fondata nel 175 a.C. dal console Emilio Lepido lungo la via Emilia, che ne costituì il decumano massimo. Dopo la crisi del periodo longobardo, verso il XII secolo fu libero comune, travagliato dalle lotte fra guelfi e ghibellini, ma attivo nel realizzare grandi opere pubbliche. Nei secoli seguenti passò sotto la signoria di varie famiglie nobiliari, tra cui gli Estensi (1290-1306), i Gonzaga, i Visconti e, all'inizio del Quattrocento, ancora gli Estensi, ai quali rimase fino all'occupazione francese. Sotto il loro dominio la città divenne uno splendido e ricco centro di vita rinascimentale, ma declinò nel Seicento. Continuò ad avere tuttavia una spiccata predisposizione per gli spettacoli e crebbero numerose le istituzioni musicali e teatrali. Nel 1796, caduto il governo estense, fu proclamata la Repubblica reggiana, che venne presto annessa alla napoleonica Repubblica Cispadana, durante la cui proclamazione, in una sala del Palazzo Comunale (7 gennaio 1797), fu adottato il vessillo tricolore, bianco, rosso e verde, che divenne poi bandiera dello stato unitario italiano. Dopo la Restaurazione, la città seguì le sorti del Ducato di Modena fino al 1860.

Itinerari Culturali
Il vasto centro storico, esagonale come la cerchia delle mura medievali, abbattute nell'Ottocento, conserva notevoli monumenti: il Duomo, ricostruito fra il XIII e il XIV secolo, con rifacimenti fino al XVIII; la basilica di San Prospero, con campanile ottagonale, affreschi di Camillo Procaccini e coro ligneo cinquecentesco; il santuario della Madonna della Ghiara, costruito fra il 1579 e il 1619, ricco di affreschi del Guercino e di altri; il palazzo Bussetti, del XVII-XVIII secolo. Importanti sono inoltre i Musei civici con sezioni di storia naturale, paleontologia, preistoria, archeologia, e la Galleria Antonio Fontanesi, con opere dal XV al XX secolo. Nella Galleria Parmeggiani sono ospitate notevoli collezioni di arti minori e opere pittoriche.